NEWS

Meizu Zero, lo smartphone senza pulsanti
Post by: Mv service
26/07/2020 16:15

Il gadget è chiuso in una scocca completamente sigillata e impermeabile priva di ingressi, altoparlanti classici, slot sim o tasti

Nella lista degli smartphone più interessanti che potremmo vedere al Mobile World Congress di Barcellona si è appena aggiunto di prepotenza Meizu Zero, un concept phone unico nel suo genere perché completamente privo di aperture verso l’esterno (da qui il nome). Presentato in queste ore dalla cinese Meizu, in effetti è chiuso all’interno di una scocca in ceramica del tutto sigillata e impermeabile (con certificazione ip68), e tutte le componenti che tradizionalmente per funzionare prevedono un canale di collegamento con l’esterno del telefono sono state rimosse e reingegnerizzate.

Gli altoparlanti sono stati sostituiti da un trasduttore piezoelettrico che diffonde il suono da sotto il display utilizzando le vibrazioni di quest’ultimo, come sul primo Xiaomi Mi Mix. Il lettore di impronte digitali giace sotto il display come su Huawei Mate 20 Pro, OnePlus 6T e ormai molti altri smartphone. Al posto dei pulsanti per il volume e l’accensione trovano posto dei tasti capacitivi simili a quelli a bordo dello smartphone U11 Plus di Htc, che vibrano alla pressione restituendo una sensazione simile a quella di un vero bottone. La ricarica è esclusivamente wireless ma a disposizione anche in modalità rapida a 18W, i dati tra dispositivo e periferiche esterne vengono trasferiti senza fili e al posto delle tradizionali sim il telefono ospita una esim direttamente integrata nei circuiti, come quelle di iPhone Xs e altri gadget.

In effetti nessuna delle soluzioni adottate da Meizu è veramente inedita, ma l’idea di sfruttarle tutte per un telefono del genere è sicuramente originale, e per metterla in pratica il gruppo ha utilizzato circa 75 tecnologie brevettate. Per il resto Zero è basato su un display da 5,99 pollici, processore Snapdragon 845, doppia fotocamera posteriore da 20 + 12 Mpixel e fotocamera frontale da 20, mentre non si conosce la capienza della batteria.

Trattandosi di un prodotto non definitivo è difficile prevedere quale sarà il destino commerciale di Meizu Zero; la società ha aperto a fine gennaio i preordini su IndieGogo lasciando intendere di essere effettivamente intenzionata a realizzarlo e distribuirlo, a patto però che il gadget raggiunga l’obbiettivo di fondi prefissato, ovvero 100mila dollari. Non dovrebbero volerci molti acquirenti: il prezzo per Meizu Zero è stato fissato a ben 1300 dollari, il che vuol dire che per il via libera alla produzione basterebbero un’ottantina di ordini. Se così dovesse andare, il telefono arriverebbe dritto nelle mani dei primi proprietari intorno ad aprile.


Fonte: WIRED.it