NEWS

Emoji e design a due colonne: come cambia Twitter su desktop
Post by: Mv service
29/07/2020 16:15

Twitter modifica la struttura con cui si può navigare da computer. Aggiunge le emoji per i cinguettii e cambia la barra degli aggiornamenti

Foto: Pixabay

Twitter ha iniziato a implementare la nuova interfaccia per gli utenti web includendo nuove funzionalità tra cui la suddivisione in due colonne, la nuova barra dei trend e l’icona delle emoji. Il social di cinguettii ha aggiunto delle pratiche scorciatoie per rendere più facile postare contenuti. Lo ha annunciato lo stesso Twitter tramite un video condiviso dal profilo ufficiale.

Nel video si vede che la nuova sezione delle tendenze è stata spostata e rimane costantemente aggiornata in base alle variazioni dei trend locali d’interesse per l’utente. In più ora è possibile, tramite l’apposito pulsante, inserire nei tweet le emoji per abbellirli esteticamente.

Screenshot della barra di scrittura del tweet (Twitter)

Nella barra di componimento del tweet possiamo notare in alto a destra l’icona di una faccina sorridente, per l’inserimento delle emoji. Le icone sotto lo spazio di scrittura consentono di allegare al tweet immagini, gif, creare un sondaggio o condividere la posizione.

La trasformazione del design che Twitter ha compiuto consiste nel passaggio dalla classica visualizzazione a desktop divisa in tre colonne a una più compatta, suddivisa in due. Così facendo la lettura e l’invio dei tweet sono semplificati.

Questi cambiamenti non fanno parte di quelli proposti per essere testati nel programma di beta test di Twitter. Tale programma non è ancora iniziato, nonostante siano già stati selezionati i beta tester.

La versione di Twitter su due colonne non è ancora disponibile per tutti gli utenti, mentre lo sono le emoji nella barra di scrittura del tweet e la sezione dei trend. Al momento questi piccoli aggiornamenti compongono solo un fattore estetico, ma sono già stati accolti positivamente dalla community, che rimane in trepidante attesa dei veri e sostanziosi aggiornamenti promessi da Jack Dorsey.


Fonte: WIRED.it