NEWS

Gamer crea le montagne russe da record: 12 anni per una corsa
Post by: Mv service
11/10/2020 16:15

Usando il videogioco Roller Coaster Tycoon 2, un appassionato ha trovato un sistema per far compiere un singolo giro a un vagone in più di 12 anni

Il trenino nero impiegherà 12 anni e 207 giorni per tornare alla stazione (fonte: YouTube video di Marcel Vos)

Internet ogni tanto regala delle perle incredibili. È il caso delle montagne russe create con il videogioco Roller Coaster Tycoon 2 da Marcel Vos. Tempo di un singolo giro? Più di 12 anni.

Roller Coaster Tycoon 2 è un videogioco manageriale che simula la gestione di un parco divertimenti. Permette di creare e gestire delle montagne russe spaziando con la fantasia. Gli appassionati di questo gioco hanno esplorato ogni singola possibilità di interazione. Marcel Vos, tramite il suo canale YouTube, ha mostrato di aver realizzato un tracciato che impiega dodici anni per far compiere a un treno un giro solo.

Vos ha utilizzato la massima superficie disponibile e il massimo quantitativo di oggetti creabili dal gioco, creando delle montagne russe con due percorsi e stazioni sincronizzate.

Ha creato un percorso più breve dalla forma rettangolare, sul quale ha posizionato 31 carrelli. Accanto ha costruito un percorso talmente lungo, che ha occupato tutta la restante superficie di gioco. Con questi due tracciati ha impostato la partenza dei vagoni sul tracciato corto in modo che fosse possibile solo dopo 20 giri del treno sulle montagne russe più lunghe.

Nel video Vos al minuto 8:30 inizia a fare i calcoli per spiegare quanto tempo impiegherà il primo vagone del circuito breve a fare un intero giro.

screenshot dal video di Marcel Vos su YouTube

Calcolando prima il tempo in giorni di gioco e moltiplicandoli per il fattore di conversioni in giorni reali, il verdetto è di 4587 giorni, ossia 12 anni e 207 giorni. Se non ci credete, e avete un computer da tenere acceso per 12 anni e 207 giorni, potete scaricare il file di salvataggio del circuito dalla descrizione del video di YouTube e testarlo di persona.


Fonte: WIRED.it